Vaporizzatore di CBD, Cannabis o erbe - Miglior Vaporizzatore - 2022 Confronto

L'arrivo della cannabis legale in Francia e in Europa ha portato a un nuovo boom della pianta, riscoperta da molti consumatori con profili diversi, lontani dagli stereotipi che le sono stati a lungo associati. 

Con l'esplosione del cannabidiolo (CBD), i consumatori hanno ora a disposizione una vasta gamma di prodotti tra cui scegliere e altrettanti modi per consumarlo. Tra questi, un metodo è particolarmente popolare: il vaping. Il vaping è uno dei modi più efficaci per consumare CBD o THC e offre un'alternativa più sana alla combustione per molti fumatori che vogliono abbandonare il vizio.

I migliori vaporizzatori di CBD sul mercato sono probabilmente una buona opzione se vuoi smettere di fumare e sfruttare al meglio i sapori offerti dalla tua erba o dal tuo hashish!

Lo scopo del nostro sito è quello di consigliarti prima di acquistare il tuo vaporizzatore attraverso le nostre varie guide all'acquisto, i test e i confronti. Ti aiutiamo a scegliere il vaporizzatore di cannabis più adatto al tuo budget e alle tue aspettative. La cannabis e il CBD sono relativamente costosi in Francia, quindi fai attenzione a non sprecarli con dispositivi di scarsa qualità!

Confronto tra i migliori vaporizzatori di CBD o erbe (Aggiornato - Nov 2022)

Approfitta del nostro codice sconto esclusivo su tutto il sito Vaposhop di -10% attraverso questi link e utilizzando il codice SALE-CANNAVAPOS-10!

Questa classifica e confronto di vaporizzatori si basa sulla nostra esperienza, sulle nostre opinioni e sulle recensioni approfondite effettuate dal nostro team!


"Canna Vapos è orgogliosa di mettere in evidenza questo processo, che prima di tutto offre ai suoi utenti un modo per ridurre il consumo di tabacco e permette di sfruttare meglio la pianta per estrarre i suoi principi attivi, i famosi cannabinoidi."

Qual è il miglior vaporizzatore per erba? Top 10

1. Lucciola 2+

Il Firefly 2+ è il nostro dispositivo portatile di fascia alta preferito del 2022. La versione "Plus" rilasciata nel 2020 ha apportato le modifiche necessarie per renderlo uno svapo quasi perfetto (flusso d'aria e batteria migliorati). Apprezziamo in particolare il riscaldamento a convezione ultraveloce e on-demand, che rende FF2+ il vapo ideale da portare in viaggio. La produzione di vapore è ora molto più elevata rispetto a quella ottenuta con una classica Firefly 2, il che ti permetterà di ottenere bellissime nuvole di vapore anche a basse temperature.

Firefly 2 + versione migliorata

2. Potente +

La famosa Mighty di Storz & Bickel rimane un punto di riferimento in termini di qualità e produzione di vapore e si colloca al secondo posto della nostra classifica. Considerato regolarmente come il miglior dispositivo portatile sul mercato, lo collochiamo subito dopo il Firefly 2+ perché è ancora piuttosto ingombrante e quindi meno portatile. Ideale per chi desidera utilizzare il dispositivo principalmente a casa e creare facilmente bellissime nuvole di vapore. La versione plus migliora i tempi di ricarica e di riscaldamento, oltre ad avere una ciotola migliorata!

potente nella versione plus

3. Artigianale +

Il Crafty + dello stesso produttore, Storz & Bickel, è una versione più compatta del Mighty, con gli stessi elevati standard di produzione e una qualità del vapore quasi pari a quella del fratello maggiore. La versione "Plus" ha corretto alcuni dei difetti del modello originale, con un tempo di riscaldamento e un'autonomia maggiori. Un'ottima alternativa al Mighty!

Artigianale +

4. Ibrido di vulcano

L'ibrido Volcano, sempre del produttore tedesco Storz & Bickel, è un pioniere nel campo della vaporizzazione di erba secca. Con oltre 20 anni di esistenza, è il punto di riferimento per i vaporizzatori fissi, sia per uso ricreativo che medico. La versione Hybrid è il successore dei precedenti modelli Classic e Digit e aggiunge un tubo flessibile al noto sistema a palloncino. Anche il tempo di riscaldamento è stato ridotto in quest'ultima versione. 

Vulcano ibrido con tubo

5. DaVinci IQ2

Il DaVinci IQ2 è attualmente il miglior riscaldatore a conduzione portatile. Se preferiamo sistemi di riscaldamento più efficienti, a convezione o ibridi, l'IQ2 ha comunque prestazioni eccellenti e una qualità del vapore incomparabile per questo tipo di vapo. Inoltre, ha un formato molto compatto che lo rende un eccellente modello tascabile. La seconda iterazione porta con sé una serie di novità, tra cui una rotella per la regolazione del flusso d'aria che abbiamo particolarmente apprezzato. Il Davinci IQ è ora disponibile nella versione IQC! La sua applicazione mobile sedurrà tutti i geek.

DaVinci IQ2 metallo blu

6. Arizer Solo 2

Il Solo 2 dell'eccellente produttore canadese Arizer ha una serie di punti di forza che giustificano ampiamente il suo posto nella nostra classifica. Come il Mighty, utilizza un sistema di riscaldamento ibrido ed è uno dei migliori vapers che producono vapore. Funziona con bocchini in vetro che erogano un vapore molto aromatico e ha la durata della batteria più lunga sul mercato dei dispositivi portatili. Tuttavia, è ancora piuttosto pesante e ingombrante e si adatta meglio all'uso in ambienti chiusi. Anche il prezzo rimane uno dei suoi principali punti di forza.

icone-arizzatore-solo-2-grigio

7. Pax 3

A lungo citato come il miglior dispositivo tascabile per le sue dimensioni mini, il vaporizzatore Pax 3 fatica a competere con i vaporizzatori sopra citati, in particolare con l'IQ2 con cui condivide molte caratteristiche. Il suo riscaldamento a conduzione 100% e il suo percorso di vapore molto breve producono un vapore molto meno denso rispetto ai dispositivi che si trovano in cima alla nostra classifica. È comunque efficace e rimane il vaporizzatore elettrico più piccolo di questa selezione. Ideale per il trasporto.

pax-3-nero-mini

8. Arizer Air 2

Meno conosciuto del fratello maggiore Solo 2, l'Air 2 è il nuovo arrivato nella nostra classifica. Il suo design estetico che ricorda la spada laser di Guerre Stellari, il bocchino in vetro e l'impressionante qualità del vapore ci hanno particolarmente attratto. L'Air 2 ha un riscaldatore ibrido che fa un ottimo lavoro di estrazione del vapore e ti permette di creare bellissime nuvole di vapore. Il suo prezzo contenuto la rende anche una delle migliori vaporizzazioni economiche del 2022.

arizer-air-2-nero

9. Storm/XMAX V2 Pro

La Storm non ha il prestigio dei vapori premium sopra citati eppure, nel 2022, questo vapo economico rimane un classico per gli intenditori di svapo. Disponibile in una nuova versione, questo vapo a conduzione ha una batteria rimovibile e offre ottimi risultati grazie al suo gorgogliatore in vetro. Se scegli questo vapo, ti consigliamo di acquistare il gorgogliatore (circa 30€ da Vaposhop). In questo modo potrai sfruttare tutte le potenzialità della Tempesta.

xmax-v2-pro-mini

Vapo Bonus : Dynavap HydraVong XLS

Dynavap è un UFO nel panorama dei dispositivi per vaporizzare erbe o resina. È l'unico produttore a offrire i cosiddetti modelli manuali che non funzionano con l'elettricità ma con la fiamma. Avremmo potuto scegliere l'iconico VapCap M in acciaio inossidabile per rappresentare il marchio americano, ma abbiamo preferito l'HydraVong XLS per la sua versatilità (può essere usato da solo o su un tubo dell'acqua) e il suo design unico in legno. È leggerissimo e facile da usare.

Icona Hydravong XLS

Guida all'acquisto dei vaporizzatori per erba 2022

opinione vaporizzatore di erba

Cos'è un vaporizzatore per erba o erba secca?

Definizione di Wikipedia: "La vaporizzazione è una delle sei trasformazioni fondamentali della fisica. È il passaggio di un corpo dallo stato liquido a quello gassoso. Si tratta di una transizione di fase del primo tipo. A seconda delle condizioni in cui avviene, può assumere la forma dell'evaporazione o dell'ebollizione".

Un vaporizzatore di erba, noto anche come vaporizzatore di marijuana, vaporizzatore di CBD / THC o sigaretta elettronica di cannabis, è un dispositivo per la produzione di erba. un dispositivo che riscalda delicatamente l'erba, il fumo, l'hashish, la cera o gli oli. a una determinata temperatura (una sorta di sigaretta elettronica per la cannabis).

Il riscaldamento, che di solito avviene in una camera progettata per questo scopo, facilita l'evaporazione delle sostanze (comprese quelle psicoattive) contenute nella pianta (CBD, terpeni, ecc.), le mantiene al di sotto della temperatura di combustione (circa 220°C) e previene la degradazione accelerata di queste sostanze.

Un vapo ti permetterà di riscaldare la tua maria-jeanne (o qualsiasi altra pianta medicinale o aromatica), fino a quando i famosi microcristalli chiamati tricomi (che contengono i cannabinoidi) non evaporeranno nell'apposita camera, senza che il materiale vegetale bruci durante il processo.

La quantità di vapore erogata dallo stato gassoso è piuttosto pura e consiste solo nell'aroma di erbe, cannabinoidi e vari principi psicoattivi che offrono un'esperienza migliore quando vengono inalati. Non ci sono catrame e altri monossidi di carbonio dannosi e cancerogeni. presenti nel tabacco durante l'estrazione!

Il risultato è piuttosto sorprendente, devo dire, soprattutto se sei un principiante. La qualità del vapore dovrebbe sorprenderti.

Qui potrai godere di un vapore più sano, più puro e incredibilmente più concentrato. Riscopri gli aromi e i sapori unici delle tue erbe essiccate!

utilizzatore di vaporizzatori di cannabis

Il Firefly 2+ in azione!

Ci sono molti profili diversi di vapers, ma se sei un ex fumatore, ti ci vorrà un po' di tempo per adattarti al vaping. Questo perché, Il tabacco e la nicotina sono in un certo senso degli amplificatori di effetti. La miscela di tabacco ed erbe dà uno sballo molto più intenso rispetto alle sole erbe. È anche il tabacco che conferisce al fumo un sapore molto forte. Quando passi all'uso di un vaporizzatore di THC, potresti non avere lo sballo improvviso creato dalla nicotina.

Il fumo (qui chiamato vapore) generato da un vaporizzatore per piante è piuttosto morbido e molto denso.In questo modo il prodotto è davvero puro quando esce dalla camera attraverso il bocchino. L'effetto prodotto dal vaping è molto più leggero e cerebrale (ovviamente dipende dal tipo di erba/hash/olio e dalla temperatura utilizzata).

Per chi è esperto, paragonerei questo tipo di sballo all'effetto prodotto da una varietà di cannabis Indica, che è considerata più blanda con uno sballo più lento e duraturo, al contrario delle varietà Sativa che tendono ad attaccare il cervello più velocemente e più intensamente, ma per un periodo di tempo più breve.

Personalmente, trovo che fumare tramite un vapo mi permetta di avere più È facile raggiungere uno stato di rilassamento, senza pensieri parassiti. Tutto dipende dal modello di vapo utilizzato, dal prodotto consumato e dalla temperatura di riscaldamento, ovviamente!

Per coloro che comprendono il linguaggio di Shakespeare, questo studio è stato condotto alla fine del 2018 ha dimostrato che la vaporizzazione della cannabis produce effetti molto più potenti rispetto ai tradizionali processi di combustione! Quindi fai attenzione alla relativa "morbidezza" di questo processo di estrazione.

Con la fito-inalazione, gli ingredienti vegetali vengono inalati utilizzando un estrattore termico. Questo può essere fatto come parte di un trattamento medico o per beneficiare delle erbe, dei diversi principi attivi o delle sostanze aromatiche. La fito-inalazione non produce fumo, ma contiene solo i principi attivi concentrati della pianta.


Perché usare un vaporizzatore di cannabis nel 2022?

Utilizzando un bottiglia spray offre un'esperienza molto più pura e sana per i consumatori di erba secca o di cannabis. A bottiglia spray riscalda delicatamente il materiale vegetale fino a far evaporare i cannabinoidi presenti nella pianta, senza provocare la combustione della pianta stessa.

I vantaggi della vaporizzazione delle erbe essiccate o dell'erba rispetto alla combustione (fumare gli spinelli) sono numerosi. Prima di correre a comprare un vaporizzatore di cannabis, ecco i principali vantaggi di questo metodo di consumo:

spray vs. sigillatura tradizionale

Crafty + vaporizzatore vs guarnizione tradizionale

Perché vaporizzare la cannabis?

> Vapore di qualità rispetto alla combustione

La temperatura utilizzata dal tuo vaporizzatore per consumare la ganja è davvero importante, poiché alcuni composti presenti nella cannabis, come il CBD, vengono estratti in modo ottimale a determinate temperature.

Quando si fuma uno spinello, si utilizza il processo di combustione (innescato al di sopra dei 220-230°C). Questa tecnica tende a produrre un fumo pesante e denso, spesso molto caldo e quindi potenzialmente pericoloso per le vie respiratorie.

La vaporizzazione è un approccio più delicato e produce un vapore più puro e saporito dal bocchino. Ti garantiamo che rimarrai piacevolmente sorpreso dai sapori estratti, ovviamente se il tuo prodotto è di buona qualità.

> Uso ricreativo o medico

La cannabis è considerata una droga leggera nella maggior parte dei paesi europei. In Francia, il possesso, l'uso e la rivendita di questa sostanza sono fortemente proibiti in base a quanto stabilito da il seguente articolo del codice di sanità pubblica.

Nonostante questi divieti, la cannabis è la droga preferita dai francesi, che ne sono i maggiori consumatori in Europa. Questa pianta è apprezzata da persone di tutti gli strati sociali per uso ricreativo.

L'uso medico o terapeutico della cannabis è vietato in Francia e si basa, nei paesi in cui è autorizzato, su studi e ricerche scientifiche condotte negli ultimi decenni. Gli scienziati hanno scoperto che i cannabinoidi presenti nella canapa sono agenti psicoattivi che attivano i neurorecettori presenti nel corpo umano, come l'anandamide.

Questi neurotrasmettitori del cervello umano hanno un impatto sul benessere dei consumatori. Negli ultimi 5-10 anni, molti paesi del mondo hanno autorizzato l'uso medico della pianta per una serie di disturbi e sintomi come spasmi, disturbi del sonno o dell'appetito, anoressia, epilessia e molti altri...

> Il vapore è meno dannoso per la salute rispetto al fumo di combustione.

Vaporizzare e fumare erba sono due cose diametralmente diverse. Ciò che differisce è il metodo di estrazione delle sostanze dalla pianta.

La vaporizzazione riscalda delicatamente l'erba o l'hashish ed estrae i principali cannabinoidi presenti nell'erba o nelle teste d'erba. Il vapore estratto durante questo processo è più salutare del fumo creato da un sistema di combustione tradizionale, come quando si consuma cannabis sotto forma di spinello o alcol, blunt, bong, o anche pipa ad acqua o chillum.

La combustione di materiali vegetali e di tabacco è dannosa e ha dimostrato di essere nociva per la salute dei consumatori. Questo metodo di estrazione, purtroppo, permette a molti residui chimici - come monossido di carbonio, catrame, acetone, ammoniaca, cianuro di idrogeno e altre tossine presenti nel tabacco - di essere rilasciati per la combustione e quindi ingeriti dall'organismo. I composti chimici del tabacco sono tossici e notoriamente altamente cancerogeni!


I diversi tipi di vaporizzatori

In origine, il vaporizzatore per erbe era un'unità fissa piuttosto grande, destinata a essere posizionata su un tavolo. Questi sono chiamati modelli stazionari. Oggi questi dispositivi pesano solo 100 grammi e possono essere facilmente trasportati in tasca o in una borsa. Esistono diversi tipi di vaporizzatori, i tre principali sono i seguenti:

Questi sono i modelli più comuni di inalatori di erbe secche e variano notevolmente in termini di dimensioni, funzioni e prezzo. Puoi trovare modelli estremamente compatti e leggeri con funzionalità e controllo della temperatura molto basilari. Questi dispositivi raramente superano i 100 euro. D'altro canto, esistono vere e proprie macchine da guerra, ricche di tecnologia, con schermo a colori, sistema di riscaldamento intelligente e connessione Bluetooth con il tuo smartphone. Questi modelli sono ovviamente il top della gamma e possono costare fino a 350 euro. 

potente nella versione plus

I vapers portatili sono alimentati da una batteria che può essere ricaricata tramite una porta USB. Alcuni sono rimovibili e possono essere sostituiti per prolungare la vita del dispositivo. Di solito la durata è compresa tra 40 minuti e 1 ora (più per i modelli più potenti).

Molto più popolari e facili da costruire rispetto ai modelli fissi, i dispositivi portatili sono esplosi negli ultimi anni. Nuove aziende entrano regolarmente in questo mercato in crescita e ogni anno vengono sviluppati decine di nuovi modelli. Questo rende il nostro compito più difficile, in quanto la già vasta gamma viene costantemente rinnovata. Dobbiamo tenerci aggiornati su tutti i nuovi prodotti per non perdere nulla. Tuttavia, ci sono ancora alcuni bestseller che sono al top del mercato da diversi anni, come il Mighty +, il Firefly 2+ e il DaVinci IQ2.

Questi dispositivi più grandi sono destinati all'uso domestico. In genere sono più costosi, anche se è possibile trovare modelli allo stesso prezzo di un vapo portatile di fascia media, come l'Extreme Q di Arizer. I dispositivi fissi sono apprezzati per la qualità del vapore, spesso superiore a quella dei modelli portatili, e alcuni di essi, come ad esempio il famoso vulcano sono addirittura brevettati per uso medico. L'inalazione avviene tramite un sistema a palloncino o tramite un tubo flessibile (vedi la sezione sui diversi sistemi di erogazione del vapore).

Volcano, il vaporizzatore di erba da tavolo per eccellenza


Questi modelli sono una sottocategoria di dispositivi portatili e si caratterizzano soprattutto per l'estrema compattezza e la forma sottile e allungata, che ricorda una penna e una sigaretta elettronica o e-cig. Spesso sono il livello base dei dispositivi portatili per il vaping e sono piuttosto limitati in termini di funzionalità.

omnivap-titanio-de-dynavap

Che tipo di cannabis dovrei usare con un vaporizzatore?

definizione di cannabis

La canapa è una pianta conosciuta e utilizzata dall'uomo da migliaia di anni. È originaria dell'Asia e i suoi fiori essiccati, comunemente chiamati cannabis, ganja o marijuana, vengono consumati principalmente per i loro composti chimici. I famosi cannabinoidi!

Sono disponibili molte sottospecie (Sativa, Indica, Ruderalis) e molte varietà di cannabis: Skunk, Purple Haze, White Widow, Jackherer o Amnesia...

I cannabinoidi presenti nei fiori variano da una varietà di pianta all'altra.

Esistono molti cannabinoidi, sia noti che sconosciuti all'uomo, di origine vegetale, endogena e sintetica. Sebbene la ricerca abbia fatto grandi progressi in questo settore negli ultimi 20 anni, la nostra conoscenza di questi cannabinoidi è ancora limitata al 2022!

Attualmente si conoscono quasi 60 diversi cannabinoidi. Ecco i principali:

  • Delta-9-tetraidrocannabinolo, chiamato anche THC o tetraidrocannabinolo. È il composto chimico più conosciuto della cannabis. Conferisce alla pianta proprietà psicoattive e aiuta a stimolare l'anandamide, la "molecola dell'ecstasy".
  • Il CBD o cannabidiolo è un componente che si trova in abbondanza nella ganja e che recentemente è stato oggetto di molte discussioni. 
  • Cannabigerolo o CBG
  • Cannabinolo o CBN
  • Cannabiciclolo o CBL
  • Cannabicromene o CBC
  • Cannabivarolo o CBV
  • Cannabidivarina o CBDV
molecola di tetraidrocannabinolo thc


Molecola di THC

Come funziona un nebulizzatore di erba secca?

Un inalatore di erbe secche è un dispositivo per fumare piuttosto semplice che include:

  • Una batteria per alimentare il sistema
  • Un elemento riscaldante, alimentato dalla batteria
  • Un termostato per regolare la temperatura del riscaldamento
  • Una camera, spesso in ceramica, vetro o metallo, in cui si deposita la sostanza e in cui avviene il processo di vaporizzazione.
  • Un'uscita per il vapore generato. Il vapore può essere raccolto in modi diversi a seconda del tipo di svapo che hai: attraverso un semplice tubo di plastica, un "gorgogliatore" di vetro per limitare il calore sulle labbra o addirittura un sacchetto di plastica. Il vetro consente una migliore qualità del vapore.

3 sistemi di erogazione del vapore

Esistono diversi sistemi per trasferire il vapore dalla camera di riscaldamento all'utente:

Tiro diretto tramite boccaglio

bocchino-in-vetro-flowermate

La stampa diretta è il sistema più comune su palmari e penne.

Il funzionamento è molto semplice: il bocchino è collegato al vapo e permette al vapore di passare direttamente dalla camera di riscaldamento alla bocca dell'utente. A seconda del tipo di dispositivo, il boccaglio può essere rimovibile o fissato in modo permanente.

Tubo flessibile

(fisso)

connessione tra tubo e spruzzatore

Il tubo flessibile è uno dei due sistemi solitamente presenti nei vaporizzatori da salone.

Consiste in un connettore che lo collega al forno del dispositivo, un lungo tubo di circa cinquanta centimetri in PVC o silicone e un boccaglio per aspirare il vapore.

Palloncino

(fisso)

palloncino di vulcano

Il sistema a palloncino o a sacchetto è l'alternativa al tubo flessibile degli apparecchi da salotto come l'Arizer Extreme Q.

Questo sistema consiste nel collegare un palloncino con un connettore/punta al forno del dispositivo, quindi soffiare aria attraverso il forno riempito di erba per gonfiare il palloncino con il vapore. Una volta gonfiato completamente, basta rimuovere il sacchetto e aspirare il vapore direttamente attraverso il bocchino.

Consulta il nostro confronto qui sopra per trovare il vapo giusto per le tue esigenze!

2 processi di vaporizzazione e riscaldamento

Un vaporizzatore di cannabis riscalda delicatamente gli oli o le resine di cannabis e i loro principi attivi. I solidi e i liquidi vengono poi trasformati in gas. La vaporizzazione è il processo di inspirazione del vapore che fuoriesce dalla camera del dispositivo per fumare. La qualità del vapore è quindi essenziale in questo processo!

conduzione vs. convezione

LA CONDUZIONE 

Il tuo impianto viene riscaldato da un elemento come un resistore già caldo. La conduzione è abbastanza facile da controllare, perché il riscaldamento della cannabis avviene per contatto. È come riscaldare l'acqua su una piastra di ceramica, una resistenza. Anche il prezzo di questo tipo di dispositivo è molto corretto e più accessibile rispetto ai vapori a convezione.

LA CONVEZIONE 

L'aria calda viene soffiata sulla pianta per riscaldarla ed estrarre i cannabinoidi. Nel processo di convezione, la pianta di cannabis riceve aria calda e tu benefici dei cannabinoidi estratti. Gli inalatori a convezione sono molto più costosi, ma sono anche considerati più affidabili. Tuttavia, è difficile garantire un sistema a convezione 100%, poiché il riscaldamento dei componenti e il percorso del vapore danno spesso luogo a una conduzione indesiderata! 

2 tipi di funzionamento per usi diversi

Oltre al sistema di riscaldamento a convezione o a conduzione, i vaporizzatori tascabili possono essere classificati in due categorie in base al loro funzionamento e al conseguente modo di svapare. Questi sono i cosiddetti sessione e su richiesta.

VAPORIZZATORE A SESSIONE

La differenziazione tra i modelli a sessione e quelli a richiesta si basa su due elementi principali: il sistema di riscaldamento e il modo in cui il vapore viene inalato. Il vaping a sessione è solitamente associato al riscaldamento conduttivo (a volte con dispositivi ibridi).

I dispositivi a sessione impiegano più tempo per riscaldarsi e raffreddarsi. La ciotola riscaldata in modo conduttivo manterrà il calore per molto tempo, continuando a vaporizzare le erbe anche dopo aver spento il dispositivo. Si chiama sessione perché una volta che la ciotola è piena, devi fare una sessione completa e finirla per evitare di sprecare l'erba. Non puoi spegnerlo e riaccenderlo 5 minuti dopo senza che il materiale perda cannabinoidi e terpeni. Quindi sta a te dosare ciò che vuoi vaporizzare.

The Mighty (sessione) VS il Ghost MV1 (su richiesta)

Il Ghost MV1, un vaporizzatore di erba on-demand (a sinistra) e il Mighty, il campione del vaping di sessione (a destra)

VAPORIZZATORE SU RICHIESTA

I vaporizzatori a richiesta sono a convezione, ma il riscaldamento a convezione non sempre significa vaporizzazione a richiesta. La differenza con il session vaping sta soprattutto nel modo in cui si consuma l'erba.

I vapers on-demand hanno ciotole più piccole che si riscaldano e si raffreddano molto rapidamente, permettendoti di utilizzare il dispositivo per lunghi intervalli di tempo. Il processo di svapo si interrompe quasi istantaneamente, dandoti la possibilità di svapare su richiesta per tutto il giorno, proprio come una sigaretta elettronica. Questo calore controllato è ideale per coloro che amano microdosare l'erba in brevi dosi e in modo continuo.

I modelli on-demand sono generalmente più difficili da padroneggiare e richiedono una certa pratica per essere utilizzati al meglio. Spesso sono anche più costosi degli altri. Tuttavia, questo si bilancia nel consumo dell'erba, che è più efficiente ed evita gli sprechi.


I motivi per cui dovresti prendere in considerazione il vaping

Questo è un metodo molto salutare! Gli effetti sono rapidi, a differenza dell'ingestione ad esempio, e il vapore/fumo è davvero salutare e pulito quando si esce dalla stanza. I tuoi polmoni ti ringrazieranno!

Ecco i 5 motivi principali per cui dovresti prendere in considerazione il passaggio al vaping:

  • La vaporizzazione è nota per conservare il THC molto meglio della combustione generata da uno spinello!
  • È davvero facile da consumare in viaggio. Non è sempre facile portare con sé l'attrezzatura, le pipe e i bong in vetro! La maggior parte dei vaporizzatori portatili entra facilmente in una tasca e sono facilmente trasportabili.
  • Gusto migliore soprattutto a temperature più basse e vapore più saporito.
  • Il vaping (senza combustione) permette di conservare gli aromi presenti nella pianta e offre una sensazione molto più soddisfacente per il fumatore.
  • Limitare i problemi respiratori e ridurre i rischi in generale.

Naturalmente, non ti diremo che fumare o fare vaping fa bene ai polmoni e all'apparato respiratorio. Tuttavia, se soffri di problemi respiratori, diversi studi hanno dimostrato che il vaping attraverso un inalatore di cannabis è il modo migliore per limitare i sintomi respiratori.

  • Una soluzione davvero conveniente

I pacchetti di sigarette e le cartine da rollare consumati durante l'uso tradizionale rappresentano un costo ricorrente significativo. Vuoi risparmiare? Acquista una sigaretta elettronica per l'erba per ottenere il massimo dello sballo senza spendere una fortuna! I fumatori incalliti spesso cercano un'alternativa alle sigarette per smettere di fumare e scelgono un vaporizzatore alle erbe.

arrotolare un giunto tradizionale

Una soluzione più sana della tradizionale guarnizione!


Quale spray alle erbe scegliere? 

Vuoi rilassarti?

Vaporizza in modo discreto all'aperto con l'aiuto diuno svapo tascabile ! Può essere portato in viaggio e facilmente in una tasca dei vestiti. Alcuni dei pacchetti di vaping di erba presenti sul mercato nel 2022 sono venduti in un kit con una batteria sostituibile, o addirittura due batterie in alcuni casi.

Lo vaporizzatore da saloneQuesto non è un dispositivo cordless ed è collegato in modo permanente a una presa di corrente. È consigliato per uso medico o per sessioni di gruppo. Di solito offre una qualità di vapore migliore rispetto agli altri modelli (pocket e penna).

I vaporizzatori a penna (un tipo di sigaretta elettronica alla cannabis), invece, offrono un vantaggio soprattutto in termini di portabilità e dimensioni del prodotto.

Ecco la nostra guida completa per aiutarti scegliere l'irroratore !


Quale vaporizzatore di CBD dovrei usare?

Il CBD, o cannabidiolo, è uno dei 144 cannabinoidi attivi presenti nella pianta di cannabis ed è l'argomento principale del dibattito sull'uso medico della marijuana in molti paesi del mondo. Molti ricercatori canadesi, americani e australiani hanno già dimostrato i benefici del suo utilizzo e molti atleti lo usano addirittura per il recupero!

Il CBD e la sua molecola

SPRAY DI FIORI DI CBD

Per vaporizzare i fiori di cannabidiolo, è sufficiente utilizzare uno dei modelli di erbe secche presentati sul nostro sito oppure dare un'occhiata al nostro confronto per trovare un Vaporizzatore CBD. Puoi scegliere tra modelli portatili e fissi.

VAPING DELL'OLIO DI CBD O E-LIQUID

Esistono in commercio modelli di E-cig (sigaretta elettronica) che permettono di vaporizzare il cannabidiolo, come la famosa Kannavape, utilizzando un e-liquid studiato per questo scopo.

Hai anche la possibilità di acquistare vaporizzatori a penna che offrono cartucce da riempire con olio o e-liquid!

NOTE SUL CBD

In termini di vaporizzazione, il CBD evapora a circa 200°C, proprio come il suo cugino THC, il che ovviamente rende possibile la vaporizzazione senza combustione (ricordiamo che la combustione avviene al di sopra dei 220-230°C).

Per i tuoi acquisti di prodotti a base di CBD, ti consigliamo il mercato CBD Temple, lanciato di recente da un veterano della cannabis medica in Europa. L'azienda elenca la maggior parte dei prodotti a base di cannabidiolo selezionati tra i più venduti in Europa.

banner cbdtemple

Rischio di vaporizzazione

Nonostante la mancanza di ricerche in questo campo, molti scienziati considerano il vaping l'opzione più "sana" per consumare cannabis.

Si tratta pur sempre di fumo/vapore, quindi ci sono sempre dei rischi!

La marijuana può creare dipendenza e può avere effetti psicologici negativi su alcuni consumatori, soprattutto sui giovani.

Alcuni consumatori sollevano giustamente una serie di domande sulla tossicità di alcuni materiali utilizzati nei vaporizzatori a base di erbe o di resina, come ad esempio il tipo di plastica utilizzata nella produzione di alcuni modelli o la presenza di additivi di ogni tipo nel processo di fabbricazione di alcuni vaporizzatori tascabili.

Noi di Cannavapos ci concentriamo su fornitori con una comprovata esperienza in questo mercato, alcuni dei quali hanno persino ricevuto l'approvazione di paesi leader. Inoltre, tendiamo a diffidare dei prodotti a basso costo provenienti dalla Cina.

Non vogliamo mentire a noi stessi: il vaping comporta dei rischi per la salute, ma credo che tu ne sia pienamente consapevole se sei su questo sito... Dovresti essere maggiorenne e vaccinato, come si dice!

Contatta il nostro team per qualsiasi domanda.

F.A.Q. sulla vaporizzazione

  • Che cos'è la vaporizzazione?

La vaporizzazione si riferisce alla conversione di una sostanza dallo stato solido o liquido a quello gassoso attraverso l'applicazione controllata di calore. Per la cannabis terapeutica, la vaporizzazione prevede l'utilizzo di metodi di riscaldamento a convezione o a conduzione per riscaldare in modo sicuro la cannabis essiccata a una temperatura ottimale (non abbastanza alta da provocare la combustione) in modo da rilasciare i composti della cannabis sotto forma di vapore.

  • Perché usare uno vaporizzatore?

Secondo molti studi recenti, la vaporizzazione della cannabis è considerata un'opzione più pulita, sicura e meno dannosa della combustione (il tradizionale uso dello spinello). Se stai cercando un'opzione sicura ed efficace per consumare le tue erbe e resine, ci sono molti motivi per cui dovresti prendere in considerazione la vaporizzazione.

  • Quali sono i vantaggi di utilizzare un vaporizzatore?

L'uso corretto della cannabis comporta notevoli benefici per la salute. Quasi tutti i problemi di salute e quelli associati al fumo potenzialmente dannoso (tra cui sostanze cancerogene, catrame, ecc.) possono essere evitati se l'erba viene riscaldata solo fino al punto in cui i cannabinoidi desiderati (solitamente presenti nella resina del fiore) vengono rilasciati senza generare la combustione del materiale. Questo è esattamente ciò che fa un vaporizzatore.

  • Quali sono i diversi tipi di vaporizzatori disponibili?

Di recente il mercato è stato invaso da diversi dispositivi. Oggi esistono molti dispositivi che rendono il vaping facile da praticare, tra cui vaporizzatori a penna, vaporizzatori portatili e vaporizzatori da tavolo o fissi. Nonostante l'ampia scelta a disposizione degli utenti, tutti i vaporizzatori sono costituiti da una fonte di riscaldamento e da un sistema di erogazione con bocchino.

  • Perché i vaporizzatori sono così costosi?

Si tratta di apparecchi relativamente completi. Producono vapore, ma utilizzano batterie, elementi riscaldanti e talvolta schermi a LED. Per un'esperienza di vaping sicura, sono necessari materiali di alta qualità. Questo significa utilizzare ceramica, quarzo e vetro al posto di plastiche e colle a basso costo.

  • Qual è la temperatura ottimale per la vaporizzazione?

Gli studi hanno dimostrato che la temperatura ideale per vaporizzare la cannabis è di circa 170°C, anche se i cannabinoidi [i composti medicinali presenti nella pianta di cannabis] iniziano a vaporizzare a 140°C. A questa temperatura, i cannabinoidi attivi della cannabis vengono convertiti in un vapore che può essere inalato comodamente.

  • Quale pianta spruzzare?

Molte erbe possono essere vaporizzate come: Damiana: 190°C, Erba gatta: 150°C, Valeriana: 200°C, Lavanda: 130°C, Melissa: 140°C, Camomilla: 190°C, Tè verde: 180°C, Salvia: 190°C, Menta piperita: 160°C.